FOOTBALL SAFARI: LIGUE 1 TUNISIA

131

La Ligue 1 della Tunisia è stata inserita dall’IFFHS al 30° posto nella classifica dei migliori campionati del mondo, il che la posiziona al secondo gradino del podio per quanto riguarda il continente africano.

Nell’antica provincia di Ifrīqiya – da Africa, termine che oggi dà il nome all’intero continente – istituita dai Romani nel territorio che oggigiorno corrisponde a tutta l’attuale Tunisia e a parti dell’Algeria, il calcio è elemento preponderante della società sin dal suo ingresso nel paese a cavallo tra 1800 e 1900.
Nonostante una superficie piuttosto ridotta, popolata da circa 11 milioni di abitanti, e gli enormi problemi legati alla sicurezza dentro e fuori dagli stadi, la Tunisia ospita da sempre uno dei tornei africani di più alto livello.

Approfittando della pausa di dieci giorni per alcune amichevoli della nazionale olimpica, dal Sudafrica, oggi ci spostiamo nel Maghreb e andiamo a vedere l’attuale situazione della Ligue 1 della Tunisia.

Storicamente dominata dalle quattro grandi del paese, facenti riferimento alla linea retta che unisce la capitale Tunisi a Sfax e Sousse, quest’anno al podio dell’élite della Ligue 1 si è aggiunta la città di Biserta, che allunga la linea di cui sopra verso nord rispetto a Tunisi.
Se il primo posto dell’Espérance (33 punti), campione continentale in carica, e il secondo del CS Sfaxien (30) non stupiscono, la terza piazza del CA Bizertin (28) lo fa fino a un certo punto.

Per “Les requins du nord” (Gli squali del nord), che nell’ultima giornata hanno strappato un pari proprio a Sfax, si tratta di un passo in avanti dopo il quinto posto finale della scorsa stagione e i vari piazzamenti a ridosso delle grandi ottenuti nell’ultima decade. Il miglior risultato risale al 2012, quando il CAB arrivò secondo.
In fin dei conti stiamo parlando di un club fondato nel 1928 – e allenato dall’italiano Gianni Bonano tra il 1961 e 1963 – capace di vincere nel corso della sua storia 4 campionati (di cui tre nell’immediato dopoguerra), 3 coppe nazionali, 1 supercoppa di Tunisia e 1 Coppa delle Coppe africana, il primo trofeo continentale per una squadra tunisina.

In questa stagione a lasciare spazio al CA Bizertin è il Club Africain, storica rivale dell’Espérance nel derby capitolino, che si trova al quinto posto (20 punti). Nell’ultimo turno i biancorossi hanno superato 1-0 il penultimo classificato Hammam Lif di fronte ai propri tifosi, inferociti per l’umiliante 8-0 subito in Champions League contro il Mazembe.
Lanci di pietre hanno costretto l’arbitro a sospendere più volte l’incontro.
Sono otto le lunghezze che separano il Club Africain dal Bizertin, ma i continui problemi finanziari, uniti a una rosa ridotta anche a causa del blocco sul mercato imposto dalla FIFA, non fanno intravedere un futuro roseo a breve termine.

Al quarto posto troviamo l’Étoile du Sahel (24), che per gli impegni in Confederation Cup e nella Champions League araba, non ha potuto disputare l’ultima giornata. Il recupero contro la JS Kairouanaise è previsto per domenica 17. Potenzialmente il club di Sousse potrebbe stare con il fiato sul collo del CA Bizertin e minacciare il suo piazzamento nelle coppe.

Dal settimo al quattordicesimo e ultimo posto si collocano società la cui aspirazione massima è mantenere la categoria: il CS Hammam Lif della città omonima nella periferia sud di Tunisi: l’ES Metlaoui, situato a centro-ovest vicino al confine con l’Algeria; la JS Kairouanaise sopra menzionata, club di Kairouan, la prima città araba dell’Africa del nord dove si trova una delle moschee più importanti della civiltà islamica; poi l’US Monastirienne di Monastir, la città natale di Habib Bourguiba, il padre fondatore della Tunisia moderna; e infine le squadre del sud: le due società di Gabès, l’AS Gabès e lo Stade Gabèsien, l’US Tataouine (sconfitto in casa per 1-0 dall’Espérance nell’ultimo turno) e l’US Ben Guerdane, quasi al confine con la Libia.

Una menzione speciale la merita lo Stade Tunisien (sesto con 19 punti), nobile della capitale decaduto da tempo, vincitore di 4 campionati e 6 coppe di Tunisia.

Credits
Copertina ©En.as.com
CA Bizertin ©YouTube
Victor Gomes ©Facebook

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here