Mouste e gli altri gioielli della WAFU Cup 2019

132

La Guinea non è riuscita a raggiungere la finalissima della WAFU Cup, ma il suo capitano Jean Mouste può comunque essere contento: per la giuria, infatti, è stato lui il miglior giocatore dell’edizione 2019 del torneo più prestigioso dell’Africa Occidentale, giocato in Senegal e conquistato per la prima volta dai padroni di casa dell’interessantissimo Youssouph Badji, rapidissimo attaccante classe 2001 del Casa Sport.

Il mediano dell’Hafia di Conakry, nominato MVP di due partite durante la manifestazione, non è un illustre sconosciuto agli occhi degli osservatori più attenti: il suo nome è sui taccuini degli scout internazionali da almeno due anni, quando nel 2017 è stato eletto all’unanimità come miglior giocatore del campionato guineano, venendo preferito al bomber dell’Horoya Sekou Amadou Camara, uno che in patria hanno soprannominato “Trezeguet” non certo per caso.

Adesso, dopo quattro stagioni all’Hafia, Jean Mouste cerca nuove sfide, provando a sfruttare l’onda lunga della WAFU Cup per arrivare in Europa: “Sono davvero molto contento di aver ricevuto questo premio. Adesso è il momento di andare a giocare in Europa. Sto cercando un agente che mi possa aiutare a realizzare questo desiderio“, ha confessato nella zona mista dello Stadio Lat Dior di Thiès, interrogato dai microfoni di Fox Sport.

Dopo aver affossato in semifinale la Costa d’Avorio con una tripletta, invece, il capitano ghanese Mumuni Shafiu si è dovuto accontentare soltanto del titolo di capocannoniere: “Lui è abituato a giocare regolarmente le competizioni internazionali del continente africano. La sua esperienza è di fondamentale importanza per il nostro gruppo“, lo aveva elogiato qualche giorno fa Maxwell Konadu, il tecnico della selezione locale del Ghana.

Il ventiquattrenne dell’Ashanti Gold lo ha dimostrato in campo, segnando quattro reti e trascinando le Black Stars in finale di WAFU Cup per la terza volta di fila, prima di incepparsi incedere proprio sul più bello, in finale.
La Coppa alla fine è sfuggita alle Black Stars, che comunque detengo il primato di titoli WAFU in bacheca (2), ma per Mumuni Shafiu in compenso potrebbero aprirsi le porte della nazionale maggiore, l’obiettivo dichiarato alla vigilia: “Voglio giocare bene questa WAFU CUp per entrare nel giro della nazionale A“. Solo il tempo, e le prossime convocazioni, potranno dirci se sarà riuscito a fare breccia nel cuore di Kwesi Appiah.

Credits
Copertina ©GHANAsoccernet.com

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here