AFROZAPPING: COPPE E CAMPIONATI

SUDAFRICA, IL TRIS DI MUSONDA – È finalmente arrivata la prima tripletta del campionato. A segnarla è stato Mwape Musonda nella vittoria per 3-2 dei suoi Black Leopards con il Chippa United. L’attaccante zambiano, così, si porta il pallone a casa e sale a quota 12 reti nel torneo, consolidando il primato nella classifica cannonieri.

SIERRA LEONE, APPLAUSI PER IL KAMBOI – Bel gesto dei giocatori del Kamboi Eagles. Non solo, infatti, si sono recati più volte a fare visita ad Emerson Samba, ex grande promessa del calcio sierraleonese rimasto paralizzato nel 2014 a causa di una misteriosa malattia, ma si sono spinti oltre, donando allo sfortunato ex giocatore del Mighty Blackpool metà del loro stipendio mensile.

KENYA, A LUTTO PER SWALEH – Tra le 157 vittime della tragedia aerea del volo ET302 dell’Ethiopia Airlines, precipitato poco dopo il decollo nelle vicinanze di Addis Abeba (Etiopia), c’è anche un ex funzionario della federazione keniota. Hussein Swaleh, ex segretario generale della FKF dal 2000 al 2004, aveva appena finito di fare il proprio lavoro di match commissioner durante la gara di Champions League tra Ismaily e Mazembe e stava tornando a Nairobi: “È una giornata triste per il calcio. Stavi facendo quello che amavi di più. Presto ci incontreremo di nuovo“, lo ha ricordato usando parole commoventi l’amico Nick Mwendwa, l’attuale presidente federale.

MADAGASCAR, DUPUIS HA UN CONTRATTO – Nicolas Dupuis, il condottiero della prima, storica qualificazione del Madagascar alla Coppa d’Africa, ha finalmente un contratto. Sbarcato ad Antananarivo nel 2017, la condizione particolare di lavorare senza contratto formale, comunque, non gli aveva impedito di raggiungere traguardi prestigiosi, ma all’inizio del mese la federazione malgascia, governata da un comitato di normalizzazione, ha preferito tranquillizzare tutti, mettendo nero su bianco il legame con l’allenatore francese fino a luglio 2019. “Sicuramente è più sereno lavorare dopo questa firma”, ha commentato soddisfatto Dupuis, che da inizio anno allena contemporaneamente il Fleury, in National 2 francese.

EGITTO, ANCORA E SEMPRE ALAA – Nel 4-0 con cui lo Zamalek ha liquidato il Gor Mahia e si è avvicinato ai quarti di finale di CAF Confederation Cup c’è lo zampino del solito Mahmoud Alaa: il difensore-goleador, capocannoniere dell’Egyptian Premier League, ha sbloccato il risultato con la specialità della casa, il colpo di testa, spianando la strada alla goleada zamalkawi. I White Knights sono adesso primi nel gruppo D, ma il tecnico svizzero  Christian Gross predica calma e non dà per scontato il passaggio ai quarti: “Ho sempre sottolineato la complessità di questo gruppo. E l’ultima partita con l’Hussein Dey sarà molto difficile”.

Credits
Copertina ©Daily Sun