AFROZAPPING: CAMPIONATI

8

BURKINA FASO, È TORNATO BANCÉ – Non rimarrà forse a lungo, ma intanto Aristide Bancé è tornato a casa. L’icona trentaquattrenne degli Stalloni, cognato dell’ivoriano Arouna Dindane, ha appena firmato un contratto semestrale con l’USFA di Ouagadougou, la squadra delle Forze Armate burkinabè, confermandosi un globetrotter del calcio mondiale. L’attaccante ivoriano, naturalizzato burkinabè dopo essere scappato dal suo paese d’origine per via della guerra civile, indosserà, infatti, la ventunesima maglia diversa della sua carriera.

TOGO, ANCORA VIOLENZA NEGLI STADI – A dieci giorni dalla fine del campionato, con i verdetti ancora in bilico, torna la violenza in Togo. A farne le spese, durante lo svolgimento della sedicesima giornata, sono stati come sempre gli arbitri, finiti nel mirino delle folle inferocite a Kabou, dove la capolista Gbikinti ha mantenuto la vetta battendo il Gomido, e a Dapaong, capoluogo della Regione delle Savane, nel nord del Paese. Più grave il secondo caso: dopo la sconfitta dei beniamini di casa del Foadan con il Dyto, un assistente è stato ferito alla testa da un oggetto lanciato dagli spalti, finendo addirittura in ospedale.

SUDAFRICA, PIRATES INVINCIBILI – L’attesissimo derby di Soweto, trasmesso in oltre 40 Paesi, è terminato 1-1, ma gli Orlando Pirates possono comunque gioire. Non solo perché se la sono vista brutta, pareggiando con Lorch il vantaggio iniziale di Daniel Cardoso per l’Amakoshi, ma anche perché così hanno allungato la loro impressionante striscia d’imbattibilità nella classica di Soweto, immensa township alle porte di Johannesburg. Sono 12, adesso, le gare consecutive senza vittoria dei Chiefs in questa partita.

ALGERIA, “RIVALDO” LA COMBINA GROSSA – Singolare episodio verificatosi in D2 algerina. Durante la gara di qualche giorno fa tra MC Eulma e NC Magra, poi terminata 0-0, infatti, l’arbitro Redouane Necib ha estratto per due volte il cartellino giallo all’indirizzo di Toufik Bouhafeur, laterale destro dell’Eulma, ma si è dimenticato di espellerlo, lasciandolo incredibilmente in campo. Necib, soprannominato “Rivaldo” per motivi non meglio specificati, non è comunque nuovo a questo tipo di cose. Due anni fa, infatti, venne stangato dalla federazione dopo aver assegnato un rigore molto fantasioso all’USM Alger.

NAMIBIA, QUOTE ROSA IN FEDERAZIONE – Storica svolta in Namibia. Alla testa del comitato di normalizzazione, nominato dalla FIFA per amministrare la cosa calcistica dopo la destituzione del presidente Frans Mbidi per uno scandalo di corruzione, c’è una donna, l’imprenditrice Hilda Basson-Namundjebo. Spetterà al comitato di normalizzazione organizzare le prossime elezioni, ma nessuno dei suoi membri potrà essere indicato come candidato eleggibile: “Il comitato di standardizzazione è responsabile della gestione degli affari quotidiani della NFA, ma non avrà un seggio nella federazione”, ha spiegato Veron Mosengo-Omba, direttore allo sviluppo FIFA per Africa e Caraibi.

Credits
Copertina ©Eurosport

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here