AFROZAPPING: CAMPIONATI

ETIOPIA, CAMBIO DELLA GUARDIA AL SAINT GEORGE – È l’inglese Stewart Hall il nuovo tecnico del Saint George, il club più blasonato e titolato d’Etiopia:”Sono pronto a questa sfida con la squadra migliore d’Etiopia“, ha dichiarato entusiasta. L’ex direttore dell’Academy del Birmingham City, successore del portoghese Carlos Manuel Vanz Pinto esonerato tre settimane fa, è un fine conoscitore del calcio dell’Africa Orientale: prima dei giallorossi di Addis Abeba, infatti, aveva già allenato l’Azam, vincendo tra le altre cose un campionato tanzaniano, e il Sofapaka, ma soprattutto i Leopards in Kenya.

GABON, ASSE COL MAROCCO – Nuovo, intrigante asse di mercato tra Gabon e Marocco. Negli scorsi giorni, infatti, l’AO CMS (Association Omnisport Centre Mberi Sportif), militante nel campionato di massima divisione gabonese, ha stipulato una partnership con i marocchini del Reinassance di Berkane, la squadra in cui si è messo in mostra il talento di Ayoub El Kaabi, ora in Cina all’Hebei Fortune. L’accordo, firmato dal direttore sportivo del CMS Yves Edgar Poncy, prevede stage formativi a tutti i livelli, scambi di competenze in generale, ma anche interconnessione tra i settori giovanili. Vale a dire l’istituzione di una corsia preferenziale per il Renaissance sui migliori prodotti del vivaio della formazione gabonese. Ma non solo: “I migliori talenti, ma anche i migliori giocatori della nostra prima squadra, potranno così andare a rinforzare il Reinassance“. E misurarsi in un contesto sicuramente più competitivo.

GHANA, HEARTS NELLA FAMIGLIA UMBRO – Subito dopo aver presentato il nuovo allenatore, l’ex nazionale ghanese Kim Grant, che dal primo dicembre prenderà il posto dell’interino Seth Hoffmann, gli Hearts of Oak hanno annunciato di essersi legati agli inglesi della Umbro per le forniture tecniche. Non una novità in Africa: della famiglia, infatti, fanno già parte le ultime due finaliste della CAF Champions League, gli egiziani dell’Al-Ahly e i nuovi campioni d’Africa tunisini dell’Espérance di Tunisi.

SENEGAL, PIOGGIA DI SOLDI SULLA LIGUE 1 – Il nuovo torneo senegalese è cominciato da appena due giornate, con Génération Foot e Teungueth in vetta a punteggio pieno, ma la novità è un’altra. Poche settimane fa, infatti, l’emittente a pagamento cinese StarTimes ha acquistato i diritti televisivi del campionato di Ligue 1 , e di quello di Ligue 2, per i prossimi dieci anni, impegnandosi a versare nelle casse della lega senegalese undici milioni di dollari: “Ogni giornata verranno mandate in tv le due migliori partite“, ha spiegato Saer Seck, il presidente della Lega. Mentre StarTimes, attraverso le ambiziose parole pronunciate del proprio portavoce, ha ribadito il proprio impegno a promuovere lo sviluppo del torneo senegalese, “fino a quando non sarà il migliore e più seguito d’Africa“.

ALGERIA, SUPERMAN SALHI, MA NON BASTA AL JSK – Nel match di vertice tra USM Alger e JS Kabylie, il portiere dei gialloverdi di Tizi Ouzou, Abdelkader Salhi, ha sfoderato una prestazione monumentale, ma non è riuscito ad evitare la vittoria di misura (1-0) dei rossoneri capitolini: il Kharaba, uno dei tanti soprannomi dell’USMA, guida adesso la classifica con sei punti di margine sul JSK. Resta, però, la grande performance del portiere venticinquenne, battuto solo sei volte in dodici giornate, ma per il momento ancora snobbato da Djamel Belmadi come opzione per la porta della nazionale algerina.

Credits
Foto copertina © Capital Ethiopia Newspaper