AFROZAPPING: CAMPIONATI

55

SUD SUDAN, WAU FINALMENTE CAMPIONE – L’Al Hilal Wau può finalmente festeggiare. La squadra di Wau, capoluogo dell’omonimo Stato del Nord-Ovest, infatti, aveva vinto il titolo, ma l’Al-Merreikh non si era arreso, presentando ricorso e denunciando la presenza di un giocatore ineleggibile. Dopo essersi visto revocare inizialmente il titolo appena conquistato, però, l’Al-Hilal Wau ha fatto valere le proprie ragioni in sede di appello, venendo riconosciuto come campione ufficiale e riacquistando così il diritto a rappresentare il Paese nella prossima CAF Champions League: nel primo turno preliminare affronterà i somali del Dekedaha.

MOZAMBICO, HURRA’ SONGO – Approfittando della rovinosa sconfitta per 3-0 del Ferroviário di Maputo, secondo con 54 punti, al Songo (58 punti) è bastato un pareggio con il 1 Maio di Quelimane per chiudere i giochi con una giornata d’anticipo, laureandosi campione del Moçambola per la seconda volta consecutiva. Subito dopo la festa, con una stretta di mano diffusa via social,  il presidente Lucas Gune ha annunciato la permanenza del tecnico Nacir Armando, fissando l’obiettivo per la prossima stagione: consolidare lo status del Songo a livello internazionale.

KENYA, UN SERBO PER ROMPERE L’INCANTESIMO Nikola Kavazović è il nuovo allenatore dei Leopards, i nemici giurati dei campioni del Gor Mahia. Quella del serbo, artefice della prima, storica qualificazione dei botswaniani del Township Rollers alla fase a gruppi della CAF Champions League, si prospetta una missione ardua: gli Ingwe, leopardi in lingua zulu e luhya, infatti, sono reduci da un settimo posto e non vincono un titolo da vent’anni. Curiosità: Rodolfo Zapata, l’ex allenatore argentino dei Leopards, ha preso il posto di Kavazovic sulla panchina dei Township Rollers, in Botswana.

ETIOPIA, SALVATE IL LAGO TANA – Chiaro il messaggio ambientalista lanciato con una spettacolare coreografia dai tifosi del Saint George, la squadra simbolo della resistenza all’occupazione italiana e oggi quella più titolata di Etiopia: “Save Tana Lalibela“. L’invito al Governo è quello di fare qualcosa per tutelare l’ecosistema del lago Tana, lo specchio d’acqua più esteso del Paese dove sorge il Nilo Azzurro, vittima dell’incuria e sempre più infestato dalle erbacce: “A meno che non si raddoppino gli sforzi, il lago rischia di prosciugarsi. Senza contattare l’impatto di questo fenomeno sulla biodiversità“, ha avvertito il Dott. Assefa Direbe, direttore dell’Amhara State Agriculture Bureau.

ALGERIA, SUCCESSI E BUSINESS – Con un gol a tempo scaduto di Nabile Lamara, l’USM di Bel Abbès, detentore della coppa nazionale, ha battuto i campioni nazionali del CS Costantine, aggiudicandosi la dodicesima edizione della Supercoppa algerina. Alla fine della gara, con un timing perfetto, sono arrivati anche i complimenti di Ooredoo, sponsor ufficiale della Mekerra: “A nome di tutti i dipendenti Ooredoo, intendiamo congratularci con la squadra e lo staff per le grandi emozioni che ci hanno fatto vivere durante questa partita“. Questo fa tutto parte di una strategia di marketing, orientata ad una maggiore penetrazione nel mercato algerino: ultimamente, infatti, il gigante delle telecomunicazioni con sede a Doha, in Qatar, ha stretto importanti parterships anche con MC Alger, Sétif e JS Kabylie.

Credits
Foto copertina ©desafio.co.mz

 

LEAVE A REPLY

Please enter your comment!
Please enter your name here